logo

Dove Siamo

  • veterinario Imola
  • Indirizzo: via Imola Centro, 1
  • Provincia: BO
  • Città: Imola
  • Cap: 40026

Veterinario Imola

featured image

Sei un medico veterinario di Imola e hai una struttura ambulatoriale o una clinica veterinaria per animali domestici? Sfrutta la possibilità di usufruire di questo spazio web per far conoscere a tutti la tua attività.

Basta contattarci per ottenere maggiori informazioni su come procedere e iniziare a far sapere ai proprietari di cani e gatti, chi sei, quali competenze e specializzazioni possiedi e che offri i migliori servizi professionali veterinari a Imola.

Contattaci





Attività ambulatoriale di medico veterinario a Imola


L’attività di medico veterinario a Imola nasce dalla passione non solo verso il meraviglioso mondo animale, ma anche verso il vasto campo della medicina.

Rispetto alla medicina umana, quella veterinaria mostra delle oggettive difficoltà in più, che necessitano quindi di figure professionali estremamente competenti e dotate di un grande intuito: in primis, gli animali non possono come le persone spiegare il problema, come è insorto e che sintomi crea, per cui il veterinario dovrà esclusivamente affidarsi a quanto riportato dai proprietari e dalla responsività alle singole manipolazioni della visita dell’animale stesso; in secondo luogo, se il medico umano si trova di fronte ad un’unica anatomia, una sola fisiologia ed una sola specie, il medico veterinario deve invece essere preparato sulle diverse anatomie, fisiologie, patologie e specie animali.

Non deve inoltre mancare un elevato grado di sensibilità e delicatezza che permetta agli animali di non agitarsi, intimorirsi e spaventarsi durante la visita, al fine di non far vivere loro questa esperienza come un trauma.

Ogni medico veterinario di Imola diventa una sorta di medico generico degli animali domestici, in grado di toccare ogni branca della medicina animale con un’attitudine più o meno spiccata verso qualche ramo in particolare: i veterinari, infatti, sono allo stesso tempo clinici, chirurghi, odontoiatri, cardiologi, ortopedici e così via benché esistano delle specializzazioni che permettono di approfondire sezioni specifiche. A differenza di medicina umana, però, queste specializzazioni non sono obbligatorie ma esclusiva prerogrativa personale del veterinario che vuole approfondire e crescere professionalmente.

All’interno di un ambulatorio veterinario di Imola si ritroveranno infatti le strutture necessarie e i macchinari indispensabili a coprire tutte le necessità mediche e diagnostiche animali, al fine di offrire un servizio sanitario veterinario completo ed appropriato alle circostanze.

In alcuni casi vi sono strutture che effettuano attività continuativa h24, in modo da garantire una copertura veterinaria anche notturna e nei giorni festivi.

Solitamente queste strutture attuano dei turni lavorativi che consentano al personale di effettuare un ciclo di ore di lavoro e un corrispettivo ciclo di ore di riposo.

Generalmente la figura del veterinario si scinde in tre categorie, ovvero quella del veterinario aziendale che cura gli animali da produzione (bovini, equini, caprini, suini, etc) di varie aziende, quella del veterinario ispettore di igiene degli alimenti che effettua ispezioni nei centri di produzione alimentare e tra i rivenditori per assicurare la salubrità del cibo di origine animale e, infine, quella del veterinario privato per animali domestici che cura i piccoli animali da appartamento (cani, gatti, furetti, conigli, pappagalli, etc).

Quest’ultima è forse anche la forma più frequentemente conosciuta del veterinario, perché è anche quella a cui il proprietario di un animale domestico si rivolge al momento del bisogno.

Si può ricorrere ad una visita medica veterinaria sia per visite di controllo e protocolli vaccinali, sia per ottenere terapie (cliniche o chirurgiche) adeguate ad una patologia in corso.

Poiché il veterinario ha a che fare quotidianamente con numerose specie animali dall’indole molto variegata, deve anche avere una conoscenza personale verso gli atteggiamenti tipici che dimostrano nervosismo, aggressività e paura, al fine di evitare lesioni su se stesso o sui propri collaboratori.

Fondamentale è quindi che la figura del veterinario non diventi una fonte stressogena per l’animale, ma che allo stesso tempo sia in grado di espletare i propri servizi senza rischiare di essere danneggiato: trovare questo equilibrio professionale per il veterinario rappresenta forse il passo più complicato.

Qualche informazione su Imola

Imola è uno dei più grandi comuni della provincia di Bologna, con i suoi quasi 70mila abitanti, ed è famosa nel mondo non solo per il turismo e per l’arte, ma anche per la presenza dell’autodromo, intitolato a “”””Enzo e Dino Ferrari””””, che ora non ospita le gare di Formula 1, ma in passato è stato teatro di avvincenti duelli con protagoniste proprio le “”””rosse”””” di Maranello.

Raggiungere Imola è facilissimo sia attraverso l’autostrada adriatica, che in treno, ed anche in aereo, dati i soli 30 chilometri di distanza da Bologna. Imola è anche una delle città della ceramica, con una importante Cooperativa, che produce pavimenti in gres porcellanato, ed è attualmente il gruppo “”””leader”””” in Italia in questo settore.

Tra le cose da vedere durante una visita a Imola, c’è sicuramente la Rocca Sforzesca, risalente al “”””Duecento”””” che al suo interno ospita sia un allestimento di ceramiche medievali di grande prestigio, che una collezione di rare armi antiche. Inoltre, si può passeggiare sui suoi “”””camminamenti”””” gustando un panorama a 360° che offre la visione sia dell’Appennino che della pianura che circonda la città. Molti sono anche i palazzi nobiliari che si trovano nel suo centro storico, che in gran parte sono aperti per le visite al pubblico. Tra questi il più suggestivo è sicuramente Palazzo Tozzoni, con le sue cantine nelle quali si trova una collezione di attrezzi e strumenti legati alla civiltà contadina; nei piani superiori, invece, si trovano degli arredi splendidamente conservati. Di grande interesse è anche il Museo di San Domenico, che si trova nel chiostro di un ex convento, quello dei Santi Nicolò e Domenico, situato vicino all’omonima chiesa. In questo museo sono ospitati sia la sezione archeologica del Museo “”””Giuseppe Scarabelli””””, che la Pinacoteca Civica nella quale si trovano opere di maestri di epoche diverse, come Bartolomeo Cesi, Innocenzo da Imola, De Pisis e Guttuso.

Come si esegue una visita veterinaria

Il medico veterinario di Imola che esegue una visita su un animale da compagnia parte sempre dalla raccolta di informazioni indispensabili per indirizzarsi verso il problema patologico in atto.

Va sempre tenuto conto, però, che chi riporta le informazioni è il proprietario e che spesso, quest’ultime, possono essere fuorvianti perché figlie di associazioni consequenziali scorrette.

Il veterinario che visita l’animale, dunque, prenderà in esame le informazioni sfruttando quelle effettivamente indispensabili e verificandole attraverso la manipolazione.

La visita clinica veterinaria di base prevede la valutazione: della funzionalità cardiaca, della frequenza respiratoria, dell’attività linfonodale, della regolarità della temperatura e della colorazione normale delle mucose. Qualora uno di questi parametri dovesse risultare anomalo, il veterinario di Imola potrebbe richiedere ulteriori indagini diagnostiche.

A cosa servono le indagini diagnostiche veterinarie

Se la raccolta dell’anamnesi e la semplice visita clinica effettuata dal veterinario di Imola risultano insufficienti a condurre alla diagnosi della patologia in corso, il professionista potrebbe avere la necessità di effettuare esami collaterali che schiariscano eventuali dubbi o incertezze.

Potrebbe quindi procedere, a seconda delle necessità e del caso clinico specifico, con una serie di esami radiologici, ecografici, ematici, fecali, urinari e così via, al fine di giungere ad una diagnosi precisa e definitiva.

In campo veterinario le indagini diagnostiche hanno forse un valore aggiunto davvero importante rispetto alla medicina umana, proprio perché il veterinario di Imola deve giungere ad una diagnosi di certezza senza passare attraverso la fase di richiesta esplicita del corredo sintomatologico al paziente.

Le vaccinazioni veterinarie

Le vaccinazioni non sono presenti solo in campo umano ma anche in quello animale e risultano indispensabili a proteggere, tanto il cucciolo quanto l’adulto, da malattie infettive virali gravi o letali.

I protocolli vaccinali eseguiti dal veterinario di Imola vengono fatti a circa 60 giorni dalla nascita, quando l’immunità passiva ottenuta tramite il colostro (primo latte materno) inizia a scemare.

Ogni specie animale verrà vaccinata, in una o più soluzioni, verso le malattie principalmente incidenti nei primi mesi di vita, per poi rieffettuare uno o due richiami annuali negli anni successivi.

Il questo modo il medico veterinario di Imola assicura una protezione attiva verso i virus responsabili di patologie pericolose, escludendo una grossa fetta di malattie gravi e ad alto rischio sanitario.

L’obbligo di microchippatura veterinaria

Il veterinario di Imola è sempre tenuto ad informare il proprietario di un cane che vi è l’applicazione obbligatoria del microchip entro i due mesi di vita del cucciolo.

Quest’obbligo è reso necessario da almeno tre importantissime motivazioni: creare un sistema che permetta di associare un cane al suo proprietario, l’impedimento oggettivo all’abbandono e la lotta al randagismo.

Se la microchippatura dei cani è obbligatoria, in Italia quella per i gatti è ancora facoltativa, a meno che non si debba viaggiare con il proprio micio; in quel caso sarà necessario non solo applicare il microchip, ma fare anche il passaporto e tutta una serie di accertamenti sanitari veterinari.

Il microchip viene applicato dal medico veterinario di Imola con una sorta di siringa a scatto e successivamente viene effettuata la registrazione di animale e proprietario nell’Anagrafe Canina Regionale.